Strumenti per vivere bene (parte 1 di 4)

 

In memoria di Peter Roche de Coppens riproponiamo questo suo seminario tenuto nel 2010, ancora attualissimo. Parte 1 di 4.

 

L’umanità sta attraversando il suo esame di maturità per diventare adulta.

Oggi stiamo affogando nella superficialità e abbiamo perso il senso delle cose. La missione è tornare all’essenziale.

La crisi attuale presenta pericoli ma anche gradi opportunità.

Perché siamo nati in questo mondo? Qual è la chiave della felicità?

La felicità dipende dai soldi? Dalla salute? Dall’aver trovato l’anima gemella? In realtà no, chiunque in qualunque situazione può accedere alla felicità o meglio alla gioia, che proviene dal mondo dell’anima.

La chiave della felicità è fare il proprio dovere, restando fedeli a se stessi e alla propria missione di vita.

Quando una persona è felice accade che: dimentica il tempo e i problemi; si sente piena di energia; farebbe ciò che fa anche senza essere pagata.

I nostri attributi e bisogni sono: dare significato, scopo e valore al proprio vissuto; amare in modo più intenso; potersi esprimere e creare.

Dobbiamo capire cosa dipende da noi o meno, per capire cosa possiamo fare.

Lo sforzo umano implica la volontà, il pensiero e il cuore. È il triangolo umano. A questo triangolo risponde quello della grazia divina: luce, fuoco e vita.

La vera pandemia della nostra epoca è la depressione, che apre la porta alle malattie. Poi c’è la famiglia che si sta sfasciando. Infine i problemi legati al lavoro e al denaro.

Nel futuro le persone non saranno piene di soldi, in senso di lusso e superficialità, ma avranno ciò che serve loro per vivere bene.

Primo strumento: innalzare il nostro livello di coscienza.

Secondo strumento: attivare i canali della grazia. Per esempio, attraverso la preghiera, il silenzio, il servizio.

Terzo strumento: il cibo. Mangiare rappresenta la necessità di sostentarsi sul piano fisico. Ma bisogna nutrire anche le relazioni e i rapporti, e infine bisogna nutrire il piano spirituale per alimentare l’anima.

La malattia essenziale della nostra epoca è l’indurimento del cuore. Dobbiamo imparare a dare amore e ad essere grati.

Imparare ad amare – se stessi, gli altri e la vita – è la chiave per vivere bene.

L’esaurimento è la madre di tutte le malattie, è importante quindi innalzare il proprio livello di energia.

La pigrizia è un grande peccato perché la persona rimane ferma e non cresce.

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/
Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/
Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/
Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/
Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su